Manifesto del Risveglio II (2003)

 
La permanente gravità delle condizioni politiche e sociali a livello planetario richiede una accelerazione delle forme di intervento per il Risveglio.
OCCORRE
 
Esigere l’abdicazione simbolica di tutti i politici, perché hanno miserabilmente fallito nel governo del mondo, e indurli a impegnarsi in una formazione spirituale autentica che fornisca loro i mezzi per agire con eticità.
Rompere tutte le ideologie, di destra, di sinistra e di centro, occidentali, orientali, maschiliste, femministe, capitalistiche, comunistiche, perché sono coaguli di potere, e dividono. Soltanto così potrà nascere la via dell’Umanità Risvegliata. Creare ovunque centri di Risveglio, che elaborino gli strumenti adatti ad affrontare la vita politica con piena eticità, individuando i metodi più opportuni di sorveglianza e autosorveglianza spirituale. I popoli riconosceranno la purezza di questi uomini e di queste donne, e daranno loro fiducia in democrazia. Quei politici che rifiuteranno di vigilare sulla propria eticità e obbediranno ai vecchi schemi machiavellici dell’azione politica, verranno democraticamente rifiutati.Il punto di riferimento ideale dei Risvegliati siano Cristo, Buddha, Gandhi e i benefattori concreti dell’umanità, coloro che si sono adoperati per il bene della pólis umana.