Scrittura Creativa

Il  corso di scrittura creativa è diretto da Angelo Tonelli e ogni anno prevede lo studio approfondito di alcuni autori della poesia italiana o straniera, scelti dai partecipanti di volta in volta. Nel corso degli anni si è discusso a proposito di P.B. Shelley, Garcia Lorca, D.H. Lawrence, Leopardi, Campana, Bertolucci, Byron, l’orfismo antico e contemporaneo, Dante Alighieri. Vengono elaborati testi scritti riguardo la vita e le opere dell’autore oggetto dello studio, con un approccio di tipo innovativo rispetto al sapere accademico: l’intento è quello di portare alla luce aspetti poco conosciuti della poesia, per far emergere il misterioso e il meraviglioso che si cela sotto strati di critica e di analisi del testo, nel tentativo di dare nuovo lustro alle parole di questi autori del passato e mostrare con quanta attualità possano ancora cambiare le sorti del nostro tempo.
Ogni lavoro svolto dai partecipanti diventa parte di un evento che viene presentato a cadenza trimestrale: in gennaio/febbraio in sala consigliare a Lerici, a maggio al circolo Erix di Lerici, in agosto all'oratorio 'N Selaa a Tellaro. Durante queste mini conferenze, ogni partecipante legge il proprio scritto, in forma ridotta, e una sua poesia. I lavori integrali e un'antologia poetica di ognuno vengono raccolti in opuscoli distribuiti durante gli eventi.
Quest'anno (2008), in occasione del decennale della direzione Tonelli, il laboratorio realizzerà, a dicembre, un libro contenente tutti i lavori svolti fino ad oggi e la produzione poetica di ogni partecipante.
Le lezioni si svolgono ogni mercoledì sera dalle 21,30 alle 23,00.
 
 
"C'è un sistema semplicissimo e pratico per stabilire se un poesia è vera poesia: leggetela distrattamente, meccanicamente, senza il minimo sforzo, addirittura pensando ad altro. Se è poesia di quella buona, state pur certi che qualcosa vi entrerà nel cervello, vi toccherà come una punta. Perchè la grande poesia contiene una carica di vita che basta toccarla inavvertitamente per ricevere una scossa". (D. Buzzati) *
 
*Tratto da "Album Buzzati" a cura di Lorenzo Viganò, ed. Oscar Mondadori 2006, pag.325.