Atti di Altramarea

 

 

Dopo il grande successo di pubblico e di critica di “Altramarea 1998”, rassegna nazionale e – perché no? – anche internazionale di poesia, concepita come presentazione di un laboratorio poetico in atto, piuttosto che come parata di nomi e mo di poetici esibiti secondo rituali diffusi e desueti, ho l’onore di curare la direzione artistica di questa seconda “Altramarea” – ottimamente coaudiuvato da Iride Varese, Virgilio Urrico e Giuseppe Milano, componenti del Direttivo dell’Associazione Culturale Arthena – che mantiene inalterato lo spirito della prima edizione, pur ampliando il numero delle presenze e l’estensione nel tempo. Sono cinque giorni di poesia aperti all’intervento di notevoli performances di musicisti, danzatori, ricercatori della voce, attori.La presente pubblicazione vuole essere documento, seppur limitato e parziale, della varietà e della qualità degli interventi e degli intervenuti, e insieme occasione per ringraziare quanti si sono sottoposti alle fatiche di viaggi, anche assai lunghi, per tenere vivo il respiro della poesia, che mai come oggi è indispensabile per guidare l’uomo al di là dei propri – troppo umani – limiti, verso una civiltà dell’anima e della consapevolezza.
 
Un ringraziamento al Comune di Lerici, in particolare agli Assessorati alla Cultura, al Turismo, alle Politiche Giovanili, al Sindaco Giorgio Tedoldi, sempre attento alle manifestazioni culturali e artistiche, e all’Assessore alla Cultura della Provincia di La Spezia Milo Campagni.
Un affettuoso ringraziamento agli sponsor e a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione. E un augurio: che Altramarea veda crescere la sua onda creativa di anno in anno e veda sempre più concretamente riconosciuta la propria identità.
 
 
Angelo TONELLI
Presidente dell’Associazione Culturale Arthena
Direttore Artistico di Altramarea.
 
 
A tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di questa seconda edizione di ALTRAMAREA, un saluto ed un ringraziamento da parte dell’Amministrazione Comunale della Città di Lerici, nella convinzione che a questi nostri splendidi luoghi, già testimoni e complici delle creazioni di grandi del passato – da Shelley a Mary Shelley a Lawrence, ma anche, più vicino nel tempo, Attilio Bertolucci e il caro e grande Mario Soldati che da poco ci ha lasciati – spetti il compito di testimoniare la vitalità inesauribile della poesia e dell’arte in generale.
La qualità degli interventi, come testimonia la presente pubblicazione, è di notevole livello e offre un panorama sufficientemente rappresentativo del laboratorio della poesia italiana contemporanea.
Con l’augurio che ALTRAMAREA possa diventare sempre di più un appuntamento fondamentale della poesia italiana e internazionale.
 
 
Giorgio TEDOLDI
Sindaco di Lerici
 
Da sempre meta di pellegrinaggi artistici e perla del Golfo dei Poeti, Lerici – e la sua Tellaro – è il luogo più di ogni altro adatto ad ospitare una rassegna di poesia che vede partecipare scrittori tra i più qualificati , per rigore di ricerca, nel panorama letterario nazionale, alcuni dei quali noti anche oltre i confini.
L’Assessorato al Turismo è lieto di proporre anche quest’anno la rassegna di poesia contemporanea “ALTRAMAREA“ nella sua ormai tradizionale sede nella piazzetta dell’Oratorio ‘n Selaa a Tellaro e per la prima serata in piazza Garibaldi a Lerici, dal palcoscenico che ha visto avvicendarsi importanti eventi di cultura e spettacolo, nella certezza che anche la poesia sa attirare un pubblico sempre più attento, ampio e sensibile.
 
Emanuele FRESCO
Assessore al Turismo
 
 
E’ con immenso piacere che saluto la pubblicazione di questa raccolta di poesie, all’interno della quale sono presenti illustri poeti ed autori contemporanei. La poesia, infatti, in un mondo essenzialmente materialista, nel quale regna sovrana la cultura del denaro, dell’immagine e dell’Avere, rimane una forma artistica che riesce ancora ad esprimere attraverso un linguaggio universale, i sentimenti, l’Essere dell’uomo. Non imitazione, quindi, né copia del reale, ma celebrazione della piena fantasia e creatività dell’artista.
 
Simona BALDONI
Assessore alle Politiche Giovanili