Altramarea 2000 - Atti

Per la terza volta ho avuto l’onore (e l’onere) di organizzare - ben coadiuvato dal Direttivo dell’Associazione Culturale Arthena, che ringrazio – dirigere e presentare Altramarea, Rassegna nazionale di Poesia Contemporanea, che già nelle due edizioni precedenti aveva visto la poesia, associata a interventi musicali e performances, protagonista di un evento di grande livello artistico, che è stato seguito da migliaia di persone attente ed entusiaste. Anche in questo agosto, pur addolorati dalla notizia della recente scomparsa di Attilio Bertolucci, abbiamo celebrato – in suo onore e in onore della nostra Musa – tra Lerici e Tellaro, una grande festa della poesia pronunciata dalla viva voce degli autori, nella sua dimensione più creativa di avvenimento difficile e sacro e talora perturbante, non compromesso da rituali obsoleti e liturgie penose da parata pseudoculturale.
 
Ho chiesto a tutti coloro che venivano a recitare, di recitare con l’anima.
 
Ho chiesto a tutti coloro che erano venuti ad ascoltare di ascoltare con l’anima.
 
Così è accaduto, e si sono rinnovate le nostre magie.
 
Ho chiesto a tutti coloro che hanno responsabilità nella gestione delle attività culturali di non dimenticare mai che alla popolazione vanno forniti strumenti di autentica educazione culturale, perché la repubblica umana si è imbarbarita e va imbarbarendosi sempre più, e soltanto la cultura, e una cultura che sia promotrice di evoluzione e liberazione spirituale, potrà salvarci dalla peste planetaria.
 
Ho ringraziato coloro che hanno finanziato Altramarea, in particolare l’Amministrazione Comunale della Città di Lerici, e non ho ringraziato quanti, sollecitati e istituzionalmente preposti a tali finanziamenti, non li hanno erogati.
 
Un ringraziamento particolare al pittore Giuliano Tomaino, che ha curato l’installazione “Exvoto”, appendendo alla storica e magnificamente decadente facciata dell’Oratorio n’Selaa di Tellaro ( speriamo che il progettato restauro non ne alteri il fascino vetusto) mani e piedi di umani, rossi e stilizzati, a metà tra gioco e consacrazione tragica.
 
E ai pittori Pietro Bellani, Carlo Carozzi, Giuliano Diofili, Chirin Malla, Marina Niccoli, protagonisti, insieme con chi scrive, di Linkage, una performance itinerante per le vie di Lerici, che li ha visti dipingere per tre sere alla luce delle torce i lunghissimi splendidi teli che hanno formato la scenografia della serata iniziale di Altramarea.
 
Un grazie a Iride Varese per la sua ottima performance nel finale della prima serata.
 
Ringrazio il giornalista Pierluigi Ghiggini, Direttore della Redazione di Reggio Emilia di Ultime Notizie per il sostegno, al tempo stesso ideativo e concreto, che ha offerto ad Altramarea fin dalla sua prima edizione, nell’agosto 1998.
 
Ringrazio i signori Piero Manfredi e Gianfranco Davico per il contributo alla buona riuscita dell’evento.
 
Un grazie alle giornaliste Paola Visconti, Sondra Coggio e Simona Pardini per gli articoli dedicati ad Altramarea nelle rispettive testate, La Repubblica, Il Secolo XIX e La Nazione.
 
Per finire, ringrazio il Professor Ettore Bonessio di Terzet, che ha deciso di dedicare un numero speciale della prestigiosa rivista Cobold da lui diretta agli atti di Altramarea 2000, e abbraccio idealmente, perché tutti accomunati in un progetto coraggioso, folle, tenero, disperato e lucidissimo di illuminare il mondo con la luce della poesia e dell’arte, quanti, poeti e performers, hanno animato le due edizioni precedenti e questa terza di Altramarea: i brevi testi, qui riprodotti secondo l’ordine degli interventi, di cui costituiscono un piccolo campione, se non possono restituire l’intensità di quei giorni, testimoniano la varietà e l’alto livello qualitativo di voci tra le più importanti della poesia italiana contemporanea che si sono incontrate e hanno incontrato entusiastico ascolto Rinnovando l’appuntamento per prossime, numerose stagioni.
 
Angelo Tonelli
Presidente dell’Associazione Culturale Arthena
Direttore Artistico di Altramarea
 
A tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di questa terza edizione di Altramarea, ai poeti intervenuti – tra i maggiori contemporanei - al direttore artistico Angelo Tonelli, e al Direttivo dell’ Associazione Culturale Arthena, un ringraziamento da parte dell’Amministrazione Comunale della Città di Lerici, nella convinzione che a questi nostri splendidi luoghi, già testimoni e complici delle creazioni di grandi del passato – da Shelley a Mary Shelley a Lawrence ad altri ancora – spetti il compito di testimoniare la vitalità inesauribile della poesia e dell’arte.
 
La qualità degli interventi, come testimonia la presente pubblicazione, è di alto livello e offre un panorama rappresentativo della poesia italiana contemporanea.
 
Con l’augurio che Altramarea possa diventare sempre di più un appuntamento fondamentale della poesia italiana e internazionale
 
Giorgio Tedoldi
Sindaco di Lerici
 
L’Assessorato al Turismo della Città di Lerici è stato lieto di patrocinare anche quest’anno il Festival nazionale di Poesia Altramarea, giunto alla sua terza edizione. Degnamente ambientato nel Golfo dei Poeti, ha mantenuto fede alle sue promesse, consentendo a un vasto pubblico di entrare in contatto con i livelli alti della ricerca poetica, alternata a interventi musicali di grande raffinatezza e spettacolarità: il Duo Novecento di Nicolini e Giudice, il gruppo dei Viramundo con Avanzini, Alioto e Izzo, i cori e le musiche medioevali dell’ Esaensemble diretto da Sergio Chierici.
 
Già adesso tra i maggiori eventi di poesia nel panorama nazionale, Altramarea non può che crescere e diventare sempre più occasione di confronto tra la poesia e il numeroso pubblico che ha dimostrato di accoglierne con entusiasmo la presenza viva.
 
Emanuele Fresco
Assessore al Turismo
 
È con immenso piacere che saluto la pubblicazione sulla prestigiosa rivista Cobold, diretta dal Professor Ettore Bonessio di Terzet, degli atti di Altramarea 2000, che vede antologizzati testi di illustri poeti e scrittori contemporanei.
 
La poesia, in un mondo in cui regna sovrana la cultura del denaro, rimane testimone dell’essenza più alta e più pura dei viventi, e riesce ad esprimere attraverso un linguaggio universale i sentimenti e l’ Essere dell’uomo.
 
Sono certa che Altramarea, già importante per la cultura italiana, diventerà ancora più grande, conservando il suo carattere inimitabile di libera celebrazione della fantasia e della creatività dell’artista, che offre ai suoi simili – e in particolare ai giovani, profondamente segnati dai travagli epocali - occasione di crescita spirituale e civile.
 
Simona Baldoni
Assessore alle Politiche Giovanili